Educazione familiare: studio Cisf-Anfn, “da famiglie numerose nessun ‘bamboccione’”

“Da famiglie numerose nessun ‘bamboccione’. Merito anche dell’educazione orizzontale tra fratelli”. È quanto emerge da uno studio riportato nel libro “Educazione orizzontale. Il mestiere di fratelli e sorelle nelle famiglie numerose” (pagine 256, edizioni Toscana Oggi, euro 12) curato da Francesco Belletti, direttore del Centro internazionale studi famiglia, e Raffaella e Giuseppe Butturini, già presidenti nazionali di Anfn, genitori di dieci figli. Al centro dell’analisi quell’educazione che, spontaneamente e nella prassi quotidiana, passa tra sorelle e fratelli, specie nelle grandi famiglie. “I figli cresciuti nelle famiglie numerose sono destinati a divenire adulti dotati di personalità solide, generose, responsabili, molto più che i figli unici. Merito anche dei fratelli e delle sorelle, che si educano tra loro”, si segnala nello studio. La ricerca, promossa dall’Associazione nazionale famiglie numerose (Anfn) e commissionata al Centro Internazionale Studi Famiglia (Cisf) e all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, è stata realizzata su un campione di figli con almeno tre fratelli e di figli unici originari di sei diverse regioni italiane, equamente distribuite tra nord, centro e sud. I ricercatori hanno concentrato la loro indagine empirica, in particolare, sulla fascia di età tra i 20 e i 30 anni. Un focus evidenzia che “i figli nati e cresciuti in famiglie numerose, in genere, hanno una auto percezione ed una percezione più realistica e sono maggiormente capaci di adattamento o, se vogliamo, di resilienza. La loro è una visione socio-centrica, nel senso che non considerano se stessi come unica misura del mondo”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori