Sir: principali notizie dall’Italia e dal mondo. Tria, no ad aumento debito pubblico. Burundi, emergenza umanitaria

Economia: ministro Tria, no all’aumento del debito pubblico. Rispettare il Def

“C’è un Documento di economia e finanza approvato da Governo e Parlamento, il Parlamento ha fatto anche una risoluzione dove chiede di non aumentare l’Iva ma tutto nel rispetto degli obiettivi di finanza pubblica del Def e quindi il governo sta lavorando per attuare quello che c’è scritto nel Def”: così il ministro Giovanni Tria a chi gli chiede cosa pensi dell’idea di Salvini di aumentare il debito pubblico. “È chiaro che in campagna elettorale i mercati finanziari sono in fibrillazione, ma i fatti per ora sono questi, ci atteniamo a questi obiettivi”. “Mi aspetto che l’atteggiamento (della Commissione Ue, ndr) rimanga uguale, abbiamo un’interlocuzione continua e quella rimarrà dopo le elezioni”, ha risposto poi a chi gli chiedeva se si aspetta un cambio di atteggiamento dell’Europa dopo le elezioni europee”. “Io penso – ha aggiunto replicando a chi gli chiedeva se gli investitori debbano essere tranquilli comprando titoli italiani – che sui titoli di Stato italiani molte persone hanno fatto un sacco di soldi”, quello italiano è “uno dei titoli che rendono di più e quindi è un problema per l’Italia che paga alti tassi d’interesse ma certamente sono un buon affare per chi li acquista”.

Cronaca: Genova, 25enne si lancia all’inseguimento di un ladro in moto, cade e muore

Si è messo all’inseguimento di un ladro con la sua moto, ha perso il controllo del mezzo è caduto ed è morto sbattendo contro un blocco di cemento. È accaduto ieri nel tardo pomeriggio a un meccanico di 25 anni, Andrea Corsini, in via Rivarolo a Genova. Il giovane, secondo alcune testimonianze raccolte dalla polizia municipale e dalla polizia, aveva visto fuggire da un negozio una persona che aveva tentato un furto, inseguita da un dipendente che gridava “al ladro”. Il 25enne, che lavora in una officina vicina al negozio da cui era scappato il ladro, compreso cosa stava accadendo, è salito sulla moto e si è messo all’inseguimento del ladro. Fatte poche decine di metri, il meccanico ha perso il controllo del mezzo e cadendo ha sbattuto contro un blocco di cemento. Immediatamente sul posto è arrivato il personale medico del 118, ma le manovre di rianimazione sono state vane.

Burundi: Onu, 1 milione e 770mila persone hanno bisogno di assistenza umanitaria

“Nonostante il miglioramento generale della situazione umanitaria”, almeno 1 milione e 770mila persone in Burundi avranno bisogno di assistenza umanitaria quest’anno, secondo l’Ufficio delle Nazioni Unite per il coordinamento degli affari umanitari (Ocha) che nel rapporto pubblicato nei giorni scorsi stima occorrano 106 milioni di dollari per coprire questi bisogni. “Le province di confine della Tanzania e di Bujumbura Mairie rappresentano da sole oltre il 70% della popolazione target”, afferma Ocha, in quanto vi si concentra il maggior numero di sfollati interni, rifugiati, insicurezza alimentare e disastri naturali. Nigrizia.it riferisce che il Burundi, classificato 185° su 189 Paesi nell’indice di sviluppo umano, è uno degli Stati con il più alto tasso di povertà al mondo, con un Prodotto interno lordo pro capite (Pil) che non supera i 292 dollari. La situazione umanitaria è aggravata dalla crisi politica e di sicurezza, scatenata quattro anni fa, dopo la decisione del presidente Pierre Nkurunziza di cercare un terzo mandato presidenziale modificando la costituzione e avviando una campagna di feroce repressione del dissenso, delle opposizioni politiche e della società civile.

Stati Uniti: barriera anti immigrati con alti pali d’acciaio, neri e appuntiti

La barriera che Donald Trump vuole al confine col Messico sarà una recinzione di pali di acciaio, non un muro di cemento come aveva promesso inizialmente. E i pali, riferisce l’Ansa, dovranno essere dipinti di nero in modo da assorbire il calore d’estate e rendere il metallo troppo caldo per eventuali scalate, avrebbe detto il presidente a consiglieri della Casa Bianca, dirigenti della Homeland security e ingegneri militari, secondo quanto riporta il Washington Post. Non solo. Le cime dei pali dovrebbero essere non arrotondate ma appuntite, per rendere più difficile e potenzialmente pericolosi i tentativi di attraversare la frontiera illegalmente.

Messico: emergenza smog nella capitale. Blocco auto, popolazione invitata a restare a casa

A Città del Messico ormai è piena emergenza ambientale per la coltre di smog che da giorni attanaglia la città. Le autorità cittadine hanno disposto il blocco della auto, invitato gli insegnanti e non far uscire gli studenti durante la ricreazione e chiesto a anziani e malati di restare in casa. Incendi e condizioni meteo stanno ulteriormente peggiorando la situazione. Emanate anche ordinanze che obbligano le industrie inquinanti a ridurre le emissioni del 30-40%. Città del Messico – spiega Euronews – è una delle metropoli più popolate al mondo, ma anche una delle più inquinate del pianeta e, secondo gli esperti, sta vivendo una delle emergenze ambientali più rilevanti degli ultimi 30 anni.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo