Fisc: mons. Toso (Faenza), “democrazia politica presuppone un popolo, un noi-di-popoli” europei

Faenza, 17 maggio: i relatori della sessione pomeridiana del convegno Fisc “Colori d’Europa, le sfide del terzo millennio” (foto Gianni Zampaglione)

(dall’inviato a Faenza) “La costruzione dell’Europa non sarà mai un dono che piove dal cielo. Sarà soprattutto il frutto di una volontà tenace e di un metodo consapevole. Criticare l’Unione europea è non soltanto legittimo, ma anche salutare”. Lo ha affermato mons. Mario Toso, vescovo di Faenza, alla ripresa pomeridiana del convegno nazionale della Fisc “Colori d’Europa, le sfide del terzo millennio”. “Le critiche, però, non debbono essere aprioristiche e pretestuose. Vanno mosse – ha affermato il vescovo – con misura e con giudizio, con un senso di realismo, prendendo coscienza che si è di fronte ad un bivio: o avanzare verso un’Europa politica unita, o regredire al livello di un coacervo di Stati nazionali, che vorrebbero essere forti come se l’Europa fosse unita, senza però cedere una minima parte della propria sovranità”. “L’Unione europea è entrata in crisi soprattutto perché è rimasta allo stadio di progetto incompiuto, essendo tuttora carente della sua parte più importante, e cioè della democrazia politica”. Toso ha quindi osservato: “una democrazia politica europea, come anche ogni democrazia nazionale, presuppone l’unione morale di un popolo o, meglio, di un noi-di-popoli, senza cui resterebbe priva di anima propulsiva. Urge un popolo convintamente europeo, fondamentalmente unito”.
“Da un punto di vista valoriale, prima ancora di essere Unione dei mercati, l’Europa dovrebbe essere unione di popoli, ossia un noi-unione morale di persone-cittadini, protesi verso la realizzazione del bene comune”. Detto diversamente, “il fondamento dell’Europa politica non può che scaturire da una strutturazione o riorganizzazione della vita sociale di tipo personalista e relazionale, comunitaria, aperta alla trascendenza”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo