Sanità: Ricciardi (Osservasalute), lavorare su investimenti per l’assistenza, turn over personale, tecnologie innovative e accesso ai farmaci

In sanità oggi occorre lavorare su quattro ambiti. Non ha dubbi Walter Ricciardi, professore ordinario di Igiene generale e applicata all’Università Cattolica e direttore dell’Osservatorio nazionale sulla salute nelle Regioni italiane, intervenuto alla presentazione oggi a Roma, presso il Policlinico Gemelli, del Rapporto Osservasalute 2018 che definisce “l’unica fonte che compara la situazione nelle diverse regioni italiane”. Fa riflettere, sottolinea Ricciardi, perché “se aumenta la speranza di vita, diminuisce la qualità della vita stessa”, mentre “la possibilità di essere assistiti negli ultimi anni di vita cambia in base e dove si nasce: sono penalizzate soprattutto le donne, che vivono più a lungo; ancora più penalizzate quelle che vivono al sud”. Eppure, chiarisce, “nell’ambito della spesa destinata dallo Stato alla sanità (120 miliardi), le Regioni del sud ricevono gli stessi soldi di quelle del nord” ma sono più penalizzate a causa di sprechi, corruzione e “criminalità organizzata”. In ogni caso, per l’esperto il sistema sanitario ha bisogno di alcuni correttivi. Anzitutto, spiega, “bisogna lavorare sul versante degli investimenti: è enorme la crescita della spesa privata per curarsi: oggi per l’out of pocket si spendono ormai 40 miliardi di euro. Siamo secondi solo agli Stati Uniti e chi non se lo può permettere rinuncia alle cure”. Ulteriore sfida “il turn over del personale in uscita che non viene sostituito. Inoltre, gli scarsi investimenti che non consentono di assumere non consentono neppure far specializzare i neolaureati. Ogni anno fuggono all’estero circa duemila medici”. Occorrono “inoltre investimenti in tecnologie e medical device” e infine bisogna “lavorare sulla regolazione” per garantire a tutti l’accesso a farmaci efficaci e di ultima generazione reperibili in altri Paesi europei ma non in Italia, conclude Ricciardi richiamando a titolo d’esempio un farmaco innovativo contro l’osteoporosi, uno contro la cecità evitabile e un vaccino contro il fuoco di Sant’Antonio.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo