Minori: Padova, presentato un manifesto con 4 richieste alla Regione Veneto

Un manifesto “Per i diritti alla crescita e alla cura e contro il maltrattamento dei minori”: lo ha presentato oggi a Padova, assieme a una raccolta firme che ha già raggiunto 1.700 adesioni in pochi giorni, il Tavolo “Un Welfare per i minori”, una rete di 25 fra enti e associazioni, promotore della V Giornata regionale contro il maltrattamento all’infanzia e all’adolescenza. Le richieste alla Regione Veneto sono state riassunte in quattro punti: rilancio del Piano regionale per la tutela e lo sviluppo dei soggetti in età evolutiva; applicazione reale dei Lea, i Livelli essenziali di assistenza; ripristino di un fondo adeguato per il sostegno ai Comuni; potenziamento delle attività di cura e riabilitazione. “Vi sono migliaia di minori nel Veneto che non sono presi in carico dai Servizi sociosanitari – ha dichiarato il portavoce del Tavolo, Paolo Rigon – e se circa 55mila sono quelli che vi arrivano, altrettanti sono quelli che avrebbero bisogno di essere trattati”. In particolare, Rigon ha sottolineato il forte aumento di minori con disturbi neuropsichiatrici: “Sulla base di una stima prudenziale abbiamo ipotizzato una percentuale del 12-15% di bambini che viene colpito”. All’aumento delle richieste si contrappongono il taglio dei fondi e la carenza di personale. “In ognuno dei Distretti veneti – continua Rigon – mancano decine di operatori di competenza della sanità, almeno la metà psicologi, non essendoci stata sostituzione del personale uscito”. Il Tavolo invita poi la Regione a rendere pubblici i dati sui reali fabbisogni e la copertura assicurata dai Servizi – gli ultimi disponibili sono del 2013 – ma si è impegnato a ricostruirli in autonomia e a pubblicare il prossimo 13 novembre un libro bianco dedicato all’infanzia e all’adolescenza.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo