Università europea di Roma: “Servendo s’impara!”, una giornata per “promuovere i valori della convivenza e dell’accoglienza”

“Servendo si impara!”. È il titolo della giornata conclusiva delle  attività di responsabilità sociale, organizzata dall’Ufficio formazione integrale dell’Università europea di Roma, che ha tra i suoi obiettivi principali la formazione della persona: “Una formazione che consenta non solo l’acquisizione di competenze professionali, ma che orienti anche i giovani ad una crescita personale e sviluppi uno spirito di servizio per gli altri”, ricordano gli organizzatori dell’iniziativa in una nota. Per questa ragione gli studenti sono chiamati a partecipare per un anno ad attività di responsabilità sociale, come “servizio volto a promuovere i valori della convivenza e dell’accoglienza”. Durante la giornata conclusiva gli studenti hanno raccontato le loro esperienze, attraverso testimonianze personali, nelle attività sociali svolte con tredici associazioni. Fra queste: asilo nido per bambini appartenenti a famiglie disagiate, sostegno delle attività di inclusione e cura dei migranti, assistenza scolastica, giornate di giochi e sorprese per i bambini di istituti e case-famiglia, attività ludoterapiche per fanciulli ricoverati nei reparti ospedalieri, raccolta di sangue e di farmaci, missioni umanitarie e mediche. “Il servizio per gli altri è un’opportunità di formazione che l’Università europea di Roma ha voluto offrire ai giovani fin dalla sua fondazione, per aiutarli ad avere un cuore premuroso”, si legge ancora nel comunicato: “Un cuore che vede e agisce di conseguenza con i più bisognosi e che vuole trasformare il mondo con spirito di amicizia e di solidarietà”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa