San Gabriele dell’Addolorata: card. Parolin ai giovani, “non abbiate paura di accogliere le sfide del vostro tempo”

“A voi, cari giovani, vorrei affidare questo grande e impegnativo compito: annunciate a tutti che Cristo vive”. Lo ha detto il Segretario di Stato vaticano, il card. Pietro Parolin, alla Veglia mariana internazionale dei giovani che si è svolta sabato nel Santuario di San Gabriele dell’Addolorata (Teramo), richiamando l’esortazione postapostolica di Papa Francesco “Christus vivit”. “L’esperienza di Maria, che questa sera abbiamo vissuto insieme nella preghiera in unione con comunità ecclesiali di quattro continenti, deve animare sempre più la nostra vita – è l’incoraggiamento del porporato -. Siamo chiamati a non aver paura di cercare, di verificare, di approfondire senza restare fermi, ma camminando nella storia, perché il Risorto cammina con noi”. Poi, soffermandosi sulla figura del giovane santo, il card. Parolin lo ha indicato come “un giovane con la vita simile a quella dei suoi coetanei, sebbene colma del rapporto del tutto unico che lo univa a Dio”. Quindi, l’invito a non aver paura di “accogliere le sfide del nostro tempo, soprattutto quelle legate alla globalizzazione e alla ricerca scientifica”. “Anzi – ha aggiunto -, è un grande dono e una grande opportunità per sentirsi parte di una società da costruire anche con il vostro contributo”. Infine, un monito: “Senza il Risorto non si può vivere pienamente la propria esistenza”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa