Lituania: elezioni presidenziali, Simonyte e Nauseda al ballottaggio. Il premier Skvernelis annuncia dimissioni

Si è votato ieri in Lituania per il primo turno delle elezioni presidenziali e al ballottaggio andranno l’ex ministro delle finanze Ingrida Simonyte e l’economista Gitanas Nauseda. A seggi tutti scrutinati, i risultati che hanno oscillato per tutta la notte, dicono che Simonyte è in testa per un soffio con il 31,15% dei consensi, mentre Nauseda è stato scelto dal 30,95% degli elettori. Simonyte e Nauseda sono entrambe pro-Ue e anti-Russia; la prima con esperienza politica alle spalle e appartenenza conservatrice il secondo completamente neofita a incarichi politici, attento alle questioni sociali. Tra gli altri sette candidati in corsa, il premier in carica Saulius Skvernelis ha ottenuto poco meno del 20% di voti, risultato che gli ha fatto annunciare le dimissioni nelle prossime settimane. Tra gli aspiranti presidenti c’era anche l’attuale commissario Ue Vytenis Andriukaitis che ha raggiunto il 4,83% di consensi. I lituani sceglieranno il proprio presidente il 26 maggio prossimo, quando in Lituania si svolgeranno anche le europee. Dalia Grybauskaite, la presidente uscente, non era in corsa, avendo già esercitato i due mandati quinquennali ammessi dalla legge.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa