Inghilterra e Galles: plenaria vescovi in ascolto delle vittime di abusi. “Chiediamo perdono a tutti coloro che hanno sopportato questo dolore”

(Londra) “Rafforzati dalle preghiere di molti abbiamo ascoltato la confusione profonda e duratura, il dolore e la disperazione inflitti alle vittime degli abusi”. Comincia così il comunicato diffuso dalla Conferenza episcopale di Inghilterra e Galles, al termine dell’assemblea plenaria che si è tenuta nel seminario inglese in territorio spagnolo di Valladolid, in Castiglia, dal 3 al 10 maggio. Una settimana dedicata a un training per la prevenzione degli abusi sessuali sui minori, guidato dalla baronessa Hollins, già presidente del “Royal College of Psychiatrists”, l’organo professionale degli psichiatri britannici. Protagoniste sono state proprio le vittime in un incontro che i vescovi definiscono, sempre nel loro comunicato, “un momento di non ritorno”. “Abbiamo ascoltato con orrore il modo in cui i preziosi doni della fede sono stati usati per adescare e dominare sia bambini che adulti vulnerabili”, scrivono i vescovi. “Chiediamo perdono a tutti coloro che hanno sopportato questo dolore per la nostra lentezza e perché abbiamo pensato a difenderci senza agire per prevenire o riparare”. Sempre a Valladolid i vescovi hanno anche approvato una risoluzione nella quale, alla luce dell’enciclica “Laudato si’” di Papa Francesco, “invitano la Chiesa a tutti i livelli a sviluppare iniziative per la cura della nostra casa comune”, riconoscendo che “l’umanità si ritrova in una crisi ecologica senza precedenti”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa