Fratel Biagio Conte: domani giornata di digiuno in tutta la “Missione Speranza e Carità” di Palermo

Una giornata di digiuno, in solidarietà con Fratel Biagio Conte, che da 15 giorni sta svolgendo un digiuno di penitenza e preghiera insieme a Paul, il ghanese con provvedimento di espulsione. A digiunare insieme a Fratel Biagio saranno tutti i 1.100 ospiti della Missione Speranza e Carità di Palermo, comunità da lui fondata. “Tutti i laboratori, le attività lavorative di tutte le missioni saranno interrotte”, spiega Riccardo Rossi, responsabile dei rapporti con la stampa: “Dalle 7 della mattina fino alle 20 di sera si farà il digiuno in piazzetta Anita Garibaldi, dove è stato ucciso don Pino Puglisi, e in altri luoghi della città. Chiunque può partecipare, da ogni luogo, offrendo questa giornata di penitenza per chiedere al Buon Dio l’apertura dei cuori all’accoglienza”. “Non possiamo dimenticare la storia, ci sono ancora dei solchi profondi degli anni della schiavitù, della deportazione”, scrive Fratel Biagio in un messaggio pensando all’Africa: “In questo periodo vi è un ritorno alla sopraffazione e alla disumanizzazione. Negli anni passati avevamo superato questo periodo negativo della storia, nelle nostre coscienze era maturato un cambiamento che tutto questo non accadesse mai più. In questi ultimi tempi purtroppo c’è stato un ritorno ai tempi bui”. Dall’8 maggio, Fratel Biagio e Paul si sono incatenati.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa