Dire: i titoli e il tg politico

(DIRE-SIR) – Ecco i titoli e il tg politico della Dire. Anche su www.dire.it e www.agensir.it.

In Sicilia rimonta dei Cinque stelle, a secco la Lega

Nessun sindaco alla Lega nel turno di ballottaggio delle amministrative in Sicilia. Due comuni sono andati al Movimento 5 stelle, mentre il Carroccio frena e viene sconfitto a Gela, dall’asse fra Pd e una parte di Forza Italia. Il centrosinistra vince a Mazara del Vallo. Esulta Luigi di Maio: “Ogni volta che ci danno per morti torniamo più forti di prima”, dice il capo dei Cinque Stelle che annuncia sorprese per le europee. Salvini non drammatizza, sottolineando che dove la Lega ha perso, ha perso per una manciata di voti. Io credo alle piazze che dicono che saremo il primo partito in Europa”.

Parla l’elemosiniere del Papa: l’ho fatto per i bambini

“Chi paga è fesso?”, si chiede il ministro Matteo Salvini nel commentare il caso dell’elemosiniere del Papa, il cardinale Konrad Krajewski, che ha violato i sigilli per riportare la fornitura elettrica ai 450 occupanti di uno stabile a Roma. “Sostenere l’irregolarità non è mai un buon segnale”, ribadisce il ministro dell’Interno. A Salvini replica suor Adriana Domenici, la religiosa che si è battuta per il ripristino dell’elettricità: “Dovrebbe venire a vedere coi suoi occhi chi sono le persone all’interno”. Interviene anche Krajewski che ricorda di averlo “fatto per i bambini”. Don Corrado ora rischia la denuncia. Gli inquilini lo difendono: “Siamo pronti ad autodenunciarci tutti”.

Minori e guerra, Mattarella: non basta commuoversi

Sono 420 milioni i bambini che ancora oggi vivono in aree di conflitto, sempre più esposti a violazioni dei propri diritti. Lo denuncia Save the children nel corso della cerimonia per i suoi 100 anni di attività, alla presenza del capo dello Stato e del presidente della Camera Roberto Fico. Sergio Mattarella ricorda l’immagine del bambino siriano in ospedale coperto di polvere dopo il bombardamento della sua abitazione. “Ha commosso tanti nel mondo, ma occorre che la commozione non sia effimera e non si dimentichi in poco tempo, servono risultati concreti”, ha ammonito il presidente.

Governo. Tajani: sa solo litigare, destinato a finire

L’Italia ha bisogno di scelte concrete su fisco e sicurezza, mentre il governo sa solo litigare. Il presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani, partecipa ad un seminario alla Camera e sottolinea che l’esperienza gialloverde è destinata a finire presto, perché quello tra Lega e M5S, dice, “è un accordo contro natura”. Sul fronte economico per l’azzurro bisogna sostenere le piccole e medie imprese che rappresentano la colonna vertebrale del Paese.

Osservatorio, risposte celeri su acque inquinate Gran Sasso

Secondo l’Osservatorio indipendente sull’acqua del Gran Sasso, sotto la montagna ci sono due elementi potenzialmente rischiosi che rendono inquinata l’acqua fornita a 700mila persone tra L’Aquila, Pescara e Teramo: i laboratori sotterranei dell’Istituto nazionale di fisica nucleare e due gallerie autostradali dell’A24 Roma-Teramo. Servono risposte rapide, chiede l’Osservatorio in una conferenza al Senato, la chiusura delle gallerie prevista per il 19 maggio spezzerebbe l’Italia in due, sarebbe un danno oltre la beffa. Per la senatrice De Petris bisognava intervenire da molto tempo, come sempre ci si sveglia solo con l’emergenza.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa