Diocesi: Senigallia, la fauna che popola le opere d’arte al centro dell’apertura straordinaria della Pinacoteca diocesana per la Notte dei musei

Molto spesso non ci facciamo caso ma tanti sono gli animali che popolano le opere d’arte. A loro la Pinacoteca diocesana di Senigallia dedicherà attenzione sabato 18 maggio, in occasione dell’apertura straordinaria per la Notte dei musei. Dalle 21 alle 24, sarà possibile visitare la Pinacoteca, con accesso gratuito cadenzato a gruppi ogni venti minuti (primo accesso alle 21, ultimo alle 23.40). Varcato il grande portone connotato dalla loggia delle benedizioni, e superato lo scalone monumentale si accede alla Sala del Trono. Il percorso – lungo le sale dell’antico appartamento del cardinale – ospita tele, affreschi, argenterie, statue, tessuti: opere d’arte provenienti da Senigallia e dall’intero territorio diocesano, fra le valli del Cesano e l’Esino, dall’Adriatico agli Appennini conservando un capolavoro dell’arte universale quale la “Pala di Senigallia” del Perugino. Durante questa visita saranno messi in evidenza i tanti animali, reali o fantastici, che “abitano” queste preziose opere d’arte. Un modo diverso di percorrere la storia dell’arte, ricordandoci della fauna che popola le opere d’arte, dalla pittura, alla scultura, alle argenterie, all’ebanisteria. Nella Notte dei musei, sarà possibile visitare con guide gratuite anche Palazzo Mastai – museo Pio IX, la prestigiosa casa museo cinquecentesca nel cuore di Senigallia. Per il Grand Tour Musei, la Pinacoteca sarà aperta anche domenica, col consueto orario (9-12 e 16-19), sempre ad ingresso gratuito. Il grande museo che si affaccia sulla piazza del duomo di Senigallia aderisce all’11ª edizione di Grand Tour Musei, in concomitanza con la 15ª Notte dei musei.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa