Diocesi: Roma, sabato 18 maggio attesi più di 500 ragazzi al Seraphicum per la Festa dei cresimandi

Più di cinquecento ragazzi romani si ritroveranno insieme sabato 18 maggio per la Festa dei cresimandi. L’appuntamento, organizzato dall’Ufficio catechistico diocesano guidato da don Andrea Cavallini, sarà ospitato dalle 15.30 alle 19 all’auditorium del Seraphicum.
Il pomeriggio sul tema “Lo Spirito della lampada” sarà aperto proprio da don Cavallini con uno “spettacolo-catechesi” realizzato con Giovanni Scifoni. Al termine, una pausa con la merenda, prima di passare alla preghiera con il vescovo ausiliare per il settore Est, mons. Gianpiero Palmieri. “Siamo partiti dalla storia di Aladdin, del Genio e della lampada magica – spiega don Cavallini – perché ci interessa parlare dei desideri. La lampada ti permette di essere felice perché esaudisce i tuoi desideri. L’idea che c’è dietro la famosa favola, in pratica, è che ciascuno di noi abbia dei desideri già pronti che, una volta realizzati, gli consentirebbero di raggiungere la felicità. Ma invece secondo la nostra visione cristiana il problema sono proprio i desideri che abbiamo”. Solo “lo Spirito Santo – prosegue il sacerdote – ti può mettere nel cuore quei desideri buoni in grado di portarti alla felicità, perché solo Dio sa realmente cosa potrebbe renderti felice. Per la favola, la distanza tra ni e la felicità è che non abbiamo ciò che vogliamo; per noi, al contrario, l’ostacolo alla felicità è proprio il nostro cuore, che non ha desideri abbastanza buoni”. Per spiegare meglio questo concetto agli adolescenti, Cavallini e Scifoni presentano anche le vite di tre santi: san Giovanni Bosco, san Giovanni di Dio e santa Francesca Romana. Scifoni – che fu protagonista anche dell’edizione 2018 della Festa dei cresimandi – racconterà “come il Signore abbia realizzato i desideri di felicità di questi tre santi – evidenzia il direttore dell’Ufficio catechistico – ma in modo inaspettato”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa