Athletica Vaticana: doppia vittoria a Wittenberg e una lettera-invito per Papa Francesco

La prima trasferta internazionale di Athletica Vaticana (10–13 maggio) è iniziata e si è conclusa nel segno dell’amicizia e dell’ecumenismo. Doppia vittoria a Wittenberg per la società sportiva costituitasi ufficialmente lo scorso gennaio all’interno delle mura leonine, che ha inoltre portato a casa una lettera-invito per Papa Francesco da parte delle autorità civili e religiose della città dove 500 anni fa ha avuto inizio la riforma protestante. La delegazione di trenta atleti della rappresentativa podistica della Santa Sede ha ricambiato la visita in Vaticano dei runner della città di Martin Lutero di due anni fa, in occasione della mezza maratona Roma-Ostia. Gli atleti del Papa sono saliti due volte sul podio. Protagonista assoluto don Vincenzo Puccio, parroco di Santa Venere a Barcellona Pozzo di Gotto, vincitore sia della Wittenberger Nachtlauf, la 10 km di sabato sera nel centro storico della città, sia la mezza maratona dell’Elba di ieri mattina. Quest’ultima ha visto un podio interamente bianco-giallo con altri due runner vaticani al secondo e terzo posto. Alla rappresentativa della Santa Sede sono andati anche il secondo, quarto e quinto posto della notturna di sabato. Ma c’è un altro successo, forse più importante: al termine dell’informale cerimonia di accoglienza, il pastore evangelico Johannes Block ha consegnato al presidente di Athletica Vaticana, mons. Melchor Sanchez de Toca, sotto-segretario del Pontificio Consiglio della cultura e responsabile del dipartimento Sport e cultura del dicastero, una lettera indirizzata al Papa con l’invito delle autorità cittadine e dei rappresentanti delle Chiese evangelica e cattolica a visitare Wittenberg. Prossima tappa per i runner di Francesco, la partecipazione ai Giochi dei piccoli Stati europei in Montenegro alla fine di maggio.

 

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa