Festival diritti umani: Roma, oggi la conclusione con un dibattito sul ruolo delle religioni nelle guerre

Si concluderà a Roma oggi al Maxxi – Museo Nazionale delle arti del XXI secolo, la quarta edizione del Festival dei Diritti umani, dopo le giornate di Milano in Triennale, di Bologna e Firenze. Tra le iniziative, un dibattito, alle 15, su “Le religioni possono curare le ferite delle guerre?”. Alberto Quattrucci, Alessandra Trotta e Abdellah Redouane rifletteranno sul fatto che “anni di martellamento sulla guerra di religione e scontro di civiltà ci hanno scoraggiato sulla possibilità che i credenti di diversi culti possano invece costruire la pace”. Il tema della quarta edizione del Festival, organizzato da Reset-Diritti Umani, è “Guerre e Pace”. “Guerre: perché sono diverse le forme del conflitto. Pace: da costruire con linguaggi non violenti, con pratiche benefiche e soprattutto rivendicando diritti uguali per tutti”, si legge in una nota. L’appuntamento romano, reso possibile grazie alla collaborazione con il Maxxi, prevede al mattino incontri dedicati agli studenti delle scuole superiori, protagonisti attivi del festival, nel pomeriggio e la sera dibattiti e racconti in prima persona e proiezioni cinematografiche, in collaborazione con rassegne internazionali.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia