Sparatoria a Napoli: Iacomini (Unicef Italia), “felici per il risveglio della piccola Noemi. Le doneremo una Pigotta”

“Esprimiamo grande felicità e commozione per il risveglio della piccola Noemi”. Così Andrea Iacomini, portavoce di Unicef Italia commenta “la bella notizia che la bimba respira da sola e che ha subito espresso il desiderio di giocare con le sue bambole”. “A nome di Unicef Italia – spiega il portavoce – nei prossimi giorni mi recherò personalmente a visitare lei e la sua famiglia presso l’ospedale Santobono di Napoli per donargliene una speciale”. “Si tratta della nostra mitica Pigotta – prosegue Iacomini -, la bambola dell’Unicef che salva milioni di bambini nel mondo ogni giorno: bambini colpiti da povertà, fame, catastrofi naturali e soprattutto guerre. Noemi non vive in un paese in guerra eppure è stata vittima di un episodio di violenza inaccettabile”. “Ogni bambino – ammonisce – ha diritto ad essere protetto e a vivere in un luogo sicuro come recita la Convenzione dell’infanzia e dell’adolescenza ratificata anche dal nostro paese quasi 30 anni fa. Proteggere l’infanzia sia la priorità della politica in Italia”.
“Vorrei infine rivolgere un particolare ringraziamento a tutto lo staff medico e al direttore sanitario dell’ospedale Santobono per aver compiuto questo straordinario ‘miracolo’. Speriamo che Noemi si rimetta presto – conclude Iacomini – e torni a giocare con i suoi amici”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori