Neocatecumenali: domani a Kiev incontro internazionale delle comunità dell’ex Unione Sovietica

Un anno dopo l’incontro con Papa Francesco in occasione del 50° anniversario dell’inizio del Cammino a Roma, domani a Kiev si terrà un incontro internazionale delle Comunità neocatecumenali dei Paesi dell’ex Unione Sovietica e della Polonia. Si tratta di un incontro vocazionale che si svolgerà nel “Palaz Ucraina” e che sarà condotto dal team responsabile a livello internazionale del Cammino, Kiko Argüello, María Ascensión Romero e p. Mario Pezzi. Dopo la presentazione dell’assemblea, Argüello annuncerà il Kerigma, la Buona Notizia. Successivamente, chiederà vocazioni al sacerdozio e alla vita contemplativa e inviterà le famiglie, che sentono la chiamata di Dio ad andare in missione in qualsiasi parte del mondo, a mostrare la loro disponibilità. L’incontro sarà presieduto da mons. Vitaliy Kryvytskyi, vescovo di Kiev-Zhytomyr, accompagnato da altri 7 vescovi ucraini. Di questi, 2 appartengono alle Chiese greco-cattoliche. Parteciperanno anche il primo segretario della Nunziatura apostolica del Paese, oltre a 130 sacerdoti, tra cui alcuni della Chiesa greco-cattolica. Saranno presenti anche rappresentanti di altre Chiese come gli ortodossi e i protestanti. È prevista anche la presenza dei seminari Redemptoris Mater di Kiev, Vinnytsia, Uzhgorod, Varsavia, Talin e Riga; così come due seminari diocesani ucraini. In totale si attendono oltre 4.200 persone provenienti da Moldavia, Georgia, Kazakistan, Estonia, Russia, Lettonia, Bielorussia, Lituania, Polonia e, ovviamente, Ucraina.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori