Athletica Vaticana: debutto internazionale in Germania. Nella città di Lutero all’insegna dell’ecumenismo sportivo

Athletica Vaticana – la rappresentativa podistica ufficiale della Santa Sede – è atterrata oggi a Berlino per raggiungere Wittenberg, la città di Martin Lutero, su invito della squadra di atletica locale che ha così voluto ricambiare l’accoglienza a Roma e in Vaticano dello scorso marzo. La trasferta (10-13 maggio) sarà l’occasione per uno storico debutto internazionale per la prima associazione sportiva costituita in Vaticano: momento centrale, domani sera, la partecipazione alla nona edizione della gara notturna “Wittenberger Nachtlauf” di 10 km. Athletica Vaticana sarà in Germania con 30 rappresentanti, fra cui due atleti con disabilità: la piccola Sara Vargetto, che col suo sorriso combatte una grave malattia neurodegenerativa, e Gianluca Palazzi, dipendente vaticano, costretto sulla sedia a rotelle. A guidare la delegazione sarà mons. Sanchez de Toca, presidente di Athletica Vaticana e sottosegretario del Pontificio Consiglio della cultura. Con lui altri cinque sacerdoti maratoneti, due guardie svizzere, un professore della Biblioteca Apostolica Vaticana, un giornalista dell’Osservatore Romano, insieme a dipendenti di Ville Pontificie, Tipografia Vaticana, Ospedale Bambino Gesù e dei diversi servizi del Governatorato della Città del Vaticano. A dare il benvenuto alla rappresentativa sportiva della Santa Sede saranno, tra gli altri, il primo ministro della Sassonia-Anhalt, Reiner Hasseloff, e il sindaco di Wittenberg, Jochen Kirchner. Nei tre giorni in Germania Athletica Vaticana visiterà anche il centro per disabili Augustinuswerk, della diocesi di Magdeburgo, e incontrerà la comunità luterana e cattolica per uno scambio di esperienza e una preghiera ecumenica. Non mancherà l’incontro con l’arcivescovo Nikola Eterovic, nunzio apostolico a Berlino. La Conferenza episcopale tedesca sarà rappresentata da Elisabeth Keilmann, responsabile dell’Ufficio pastorale giovanile e dello sport. “Dopo i recenti e sanguinosi attentati contro i cristiani durante la celebrazione della Pasqua, e le sparatorie contro sinagoghe e moschee nei giorni di culto, diventa più urgente che mai rafforzare il dialogo e l’amicizia tra i credenti, tanto più tra i cristiani in questa ora decisiva per l’Europa e per il mondo – ha detto il card. Gianfranco Ravasi, presidente del Pontificio Consiglio della cultura, delineando i contenuti di questa iniziativa non solo sportiva -. Con questo spirito Athletica Vaticana vuole semplicemente condividere con i concittadini di Lutero la passione per la corsa e la gioia dello sport”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori