Sicurezza: Mattarella, “l’aumento nel nostro Paese in questi anni è a livelli crescenti, fiducia dei cittadini è molto alta”

(Foto: Francesco Ammendola - Ufficio per la Stampa e la Comunicazione della Presidenza della Repubblica)

“L’attività del Corpo di Polizia di Stato è molteplice ma si riassume in un dato: l’aumento dell’obiettiva sicurezza del nostro Paese che in questi anni è a livelli crescenti, e di questo vi sono riconoscente a nome della Repubblica. La fiducia dei cittadini è molto alta”. Lo ha affermato questa mattina il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ricevendo al Quirinale una rappresentanza della Polizia di Stato in occasione del 167° anniversario della sua costituzione. Il Capo dello Stato ha ricordato i “cento anni dal simbolo dell’aquila dorata con le ali spiegate e l’anniversario dell’ingresso delle donne del Corpo di Polizia”. “La Polizia di Stato – ha osservato – è stata arricchita intensamente da questa presenza femminile che vede le donne protagoniste ad ogni livello”.
“Sono molto lieto – ha proseguito – di avere firmato una settimana fa la Medaglia d’oro al Merito civile per la Digos e la Polizia di prevenzione per quasi un cinquantennio di attività, dal 1972 ad oggi: è uno dei tanti riconoscimenti che attestano la riconoscenza della Repubblica alla Polizia di Stato. Naturalmente si aggiungeranno a questi altri riconoscimenti”.
Mattarella ha anche salutato “il vice sovrintendente Giuseppe Muscolino, che riceve la medaglia d’oro al Merito civile” e ha ricordato l’ispettore capo Angelo Gabriele e con lui “il contributo di caduti che dà il nostro Paese per garantire la sicurezza dei nostri concittadini. Questo aumenta la riconoscenza del Paese e la fiducia dei nostri cittadini”, ha rilevato il presidente.
Mattarella ha anche menzionato il poliziotto insignito un mese fa, con altri italiani, dell’onorificenza per aver compiuto gesti meritevoli di riconoscenza, di coraggio, di altruismo, di solidarietà, di impegno civile.
“Quelle trenta persone – ha sottolineato – rappresentano i tanti che nel nostro Paese compiono gesti di questo genere e avvertono sentimenti così positivi”. “E così il vostro collega è stato premiato in rappresentanza dei tanti tra di voi, di tutti gli appartenenti alla Polizia di Stato. È un’attività – il tributo di Mattarella – che si svolge sovente fuori dai riflettori, che non si vede, non fa notizia, ma è l’attività più preziosa, che garantisce la nostra sicurezza”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa