Papa Francesco: card. De Donatis (vicario Roma), “per lui il popolo non è uno schema ideologico, ma una categoria mistica”

“La categoria del popolo non aderisce a uno schema logico o ideologico. Il popolo è una categoria mistica. Per comprenderla bisogna starci immersi”. Lo ha detto il card. Angelo De Donatis, vicario del Papa per la diocesi di Roma, intervenendo, oggi pomeriggio, alla Gregoriana alla presentazione del libro “Il popolo secondo Francesco. Una rilettura ecclesiologica” (ed. Lev) di don Walter Insero. “Con l’avvento di Papa Francesco – ha aggiunto il porporato – il popolo ritrova la sua centralità nella riflessione e nella vita della Chiesa”. Il cardinale vicario ha poi segnalato l’importanza di “passare dall’esperienza di ‘non popolo’ all’essere popolo di Dio”. Un riferimento al discorso di Francesco alla comunità diocesana dello scorso 14 maggio, quando ha presentato gli orientamenti pastorali. Di qui l’attenzione alle “nostre comunità”, perché “siano capaci di generare un popolo, relazioni in cui la nostra gente possa sentirsi conosciuta, riconosciuta, accolta, benvoluta, insomma parte non anonima di un tutto”. Il secondo aspetto evidenziato dal card. De Donatis è la “messa in guardia dalla tentazione di fare evangelizzazione per il popolo, verso il popolo, ma senza il popolo di Dio” cui segue la riscoperta del “sensus fidei” che caratterizza il suo cammino sinodale. L’impegno presentato è quello di “rileggere e comprendere la vita della comunità ecclesiale alla luce della categoria biblica del popolo di Dio”, che “è una costante nell’insegnamento dell’arcivescovo Bergoglio e nel magistero di Papa Francesco”. Riferendosi ai pastori, il cardinale vicario ha evidenziato come il Papa li incoraggia a “non lasciarsi portare dall’ideologia”, perché “la grazia di Dio non è ideologia”. “Il Papa ci ha ricordato di stare davanti, in mezzo e dietro al popolo, perché nessuno si perda. Il pastore deve muoversi in questi tre atteggiamenti”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa