Rinnovamento nello Spirito: da domani a Rimini la 42ª Convocazione nazionale. Attesi 15mila partecipanti

Si apre domani (fino a domenica 7 aprile) a Rimini la 42ma Convocazione Nazionale dei Gruppi e delle Comunità del Rinnovamento nello Spirito Santo (RnS) che avrà per tema “Oggi per questa casa è venuta la salvezza. A Gesù il potere di salvare, all’uomo la gioia di servire”. Presso i padiglioni della fiera della città romagnola sono attese oltre 15mila persone, provenienti dai 1.900 gruppi e comunità del RnS sparse in Italia che radunano più di 200 mila aderenti. La sessione di apertura vedrà la relazione di mons. Guido Marini, Maestro delle Celebrazioni Liturgiche Pontificie, all’interno della celebrazione del Sacramento della Riconciliazione. Oltre 230 i sacerdoti saranno impegnati nelle confessioni. Particolarmente atteso l’intervento del cardinale, presidente della Cei, Gualtiero Bassetti, che presenterà il testo aggiornato dello Statuto del RnS nella relazione  “Il Rinnovamento serve alla Chiesa” (Papa Francesco). Un cammino ecclesiale, un nuovo impegno carismatico e missionario”. Sabato 6 aprile, oltre alle Testimonianze nel 20° Anniversario dei Meeting, a dare il saluto d’indirizzo sul tema della Convocazione sarà mons. Francesco Lambiasi, vescovo di Rimini, cui seguirà, la relazione di mons. Santo Marcianò, ordinario militare per l’Italia, che sfocerà in un Roveto ardente di intercessione per la liberazione dal male. Il pomeriggio di sabato sarà dedicato al tema della “giustizia riparativa”, trattata all’interno dell’incontro “Cultura della Pentecoste”. Parleranno l’economista Stefano Zamagni e il magistrato Alfredo Mantovano, moderati dal direttore di Rai Parlamento, Antonio Preziosi. Assieme a loro anche due testimoni che racconteranno la propria esperienza di “riscatto” sociale. La messa che chiuderà la giornata di sabato sarà presieduta da mons. Pierbattista Pizzaballa, amministratore apostolico di Gerusalemme dei Latini. Domenica 7 aprile la Convocazione terminerà con la comunicazione sui rinnovi degli Organi pastorali di servizio per il quadriennio 2019-22 da parte di Mario Landi, coordinatore nazionale del RnS, mentre sarà Salvatore Martinez, presidente nazionale del RnS, a tenere la relazione conclusiva e ad animare il Roveto ardente d’intercessione per la guarigione delle ferite della vita, anche in vista del servizio e della missione. La messa finale sarà presieduta da don Guido Maria Pietrogrande, consigliere spirituale nazionale del RnS. Per seguire l’evento: www.rns-italia.it e www.rnseventi.org, pagina Facebook “Rinnovamento nello Spirito Santo”.
“Un programma sfidante e di grande attualità storica, in un tempo segnato da passioni tristi, da egoismo generazionale, da perdita del senso della vita; un tempo che sta vivendo una profonda crisi spirituale”. Così Martinez scrive in un messaggio alla città di Rimini, presentando la Convocazione nazionale del RnS che per la 39ª volta si svolge nella città della riviera romagnola. “C’è un mondo intorno a noi che invoca bontà, onestà, purezza, cambiamento, e non li trova – afferma il presidente nazionale RnS – Noi sappiamo che la risposta non sarà frutto di conquiste tecnologiche, di successi economici o di accordi politici: serve una profonda conversione interiore! Se non cambierà il cuore dell’uomo, difficilmente cambierà il cuore delle istituzioni e il corso della storia. Perché questo accada urge tornare veramente a Dio: chi si impegna ad amarlo può amare gli altri e fare dell’altro – il povero, il malato, l’oppresso, l’immigrato – non più un estraneo o un nemico, ma un amico, un fratello. Questa è la lezione dell’Umanesimo cristiano, della fede in Cristo incarnata nella storia. Questa lezione occorre reimparare sempre e permettere ai nostri figli di leggerla nella nostra testimonianza di vita nuova, perché tornino a sperare e a costruire il futuro seminando speranza”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia