“Il professore e il patriarca”: Tenace (Univ. Gregoriana), “il sogno ecumenico non si è spento”

“Il sogno ecumenico non si è spento perché qualcuno continua a sognare”. Ne è convinta Michelina Tenace, teologa e docente di Dogmatica dell’Università Gregoriana, a proposito del libro “Il professore e il patriarca” di Andrea Riccardi, presentato ieri sera Roma. “Il sogno si chiama Nicea III del 2025 – ha affermato – quando tutti i cristiani celebreranno il primo sinodo davvero ecumenico”. “Il libro rilancia il sogno e l’attualità del sogno. Ricorda di essere dalla parte della profezia con la nascita della comunità ecumenica e testimonia che il sogno anche per l’autore non si è spento. Ricorda la memoria della profezia per fecondare l’attualità”. “Il libro – ha aggiunto – è anche un ammonimento di Riccardi ai cristiani indifferenti ai segni dei tempi. Le Chiese sono divise mentre unite potrebbero ricordare il destino comune dei popoli. In questo libro c’è l’utopia di una rinnovata unità. Solo un cristianesimo unito può essere significativo per il mondo. Questa utopia corrisponde alla vocazione della Chiesa”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia