Violenza a Viterbo: mons. Fumagalli (vescovo), “sofferenza della vittima e di una comunità intera per un evento di gravità estrema”

“È un evento che lascia tutti a disagio. Rimaniamo colpiti dalla notizia e non possiamo che condannare quanto accaduto e mostrare vicinanza alla vittima, da parte mia e di tutta la comunità ecclesiale viterbese”: a parlare è il vescovo di Viterbo, mons. Lino Fumagalli, che commenta così con il Sir la violenza sessuale perpetrata da due uomini nei confronti di una donna di trentasei anni e avvenuta a Viterbo il 12 aprile scorso. “Esprimiamo la sofferenza non solo della vittima ma di una comunità intera, per un evento di gravità estrema, che lascia attoniti”, prosegue il vescovo: “Nella nostra città l’esposizione a eventi di questo tipo non è superiore a quella che può registrarsi altrove in Italia. Il timore, però, che episodi simili possano ripetersi chiaramente resta. L’auspicio e la speranza è che il valore del rispetto di ogni persona possa essere rimesso al centro nella nostra cultura, così da scongiurare che violenze di questo tipo e di ogni genere possano essere reiterate”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori