Settimana europea giovani: Navracsics (Commissione), “15mila giovani hanno fatto esperienza con il Corpo europeo di solidarietà”. In crescita le domande

foto SIR/Marco Calvarese

(Bruxelles) “Sono 15mila i giovani che hanno partecipato o stanno vivendo in questo momento una esperienza con il Corpo europeo di solidarietà. 125 mila circa quelli iscritti sulla piattaforma” e con il desiderio di partire; il trend di domande è in crescita. È Tibor Navracsics, commissario europeo per la cultura, l’istruzione i giovani e lo sport a raccontare ai giovani in emiciclo del programma Corpo europeo di solidarietà, che il Commissario ha rilanciato due anni fa. Entro il 2020 vorrebbe partissero 100mila giovani a vivere esperienze di solidarietà in giro per l’Europa. chi vi partecipa sono persone “attive e impegnate” per la democrazia e la comunità dell’Europa, desiderose di “partecipare al bene comune del popolo europeo”. I Paesi da cui provengono il maggior numero di giovani volontari sono la Spagna, l’Italia, la Romania e la Turchia, perché il programma si estende al di là dei confini dell’Ue: è fiero Navracsics, per questa possibilità di “offrire esperienze significative a persone che vivono al di fuori dell’Ue”. La proposta della Commissione, ha ancora detto Navracsics ai giovani, è di incrementare fino a 1.25 milioni di euro la disponibilità economica per il programma nel prossimo piano finanziario 2022-2027 e portare a 350 mila il numero di giovani che vi potranno accedere. Non è difficile aderire, ha ancora spiegato: è solo una questione di “combinare” la disponibilità dei giovani con i bisogni di territori, associazioni, Ong.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori