Uganda: Avsi, un progetto per insegnare il “buon calcio” a 350 ragazzi dello slum di Kampala e ristrutturare il campo di una scuola a Kireka

Insegnare il “buon calcio” a 350 ragazzi dello slum di Kampala e ristrutturare il campo di una scuola voluta da un gruppo di donne sopravvissute a violenze di ogni genere a Kireka in Uganda: è l’idea alla base di #Goal4Uganda, un progetto realizzato dalla ong italiana Avsi, in partnership con l’Associazione italiana calciatori (attraverso Aic onlus) e Cdo Sport, volto a sviluppare nel Paese africano un modello educativo d’eccellenza che valorizzi il calcio come canale di socializzazione positiva e di inclusione sociale.
Lunedì 1° aprile è iniziata una settimana di scuola calcio curata da preparatori professionisti dello staff di Aic-Dipartimento Junior e rivolta ai 350 studenti e studentesse, tra i 13 e i 17 anni, della scuola secondaria Luigi Giussani High School, struttura d’eccellenza che sorge nel cuore della baraccopoli.
Damiano Tommasi, presidente onorario di Aic, e Simone Perrotta, responsabile dipartimento Junior di AIC, si uniranno ai ragazzi per una partita inedita venerdì 5 aprile, giorno in cui si terrà l’inaugurazione ufficiale del campo da calcio, alla presenza di autorità locali, dei rappresentanti della ong Avsi, della ong Meeting Point International e della scuola Luigi Giussani High School, oltre che ai partner del progetto, Aic e Cdo Sport.
L’iniziativa prevede anche alcune sessioni di sensibilizzazione su tematiche essenziali quali il pericolo della droga, gli abusi e la violenza e la riqualificazione delle strutture della scuola dedicate allo sport: il campo polivalente adiacente al complesso scolastico, gli spalti, i gradoni, i servizi igienici e le docce.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa