Polonia: Commissione Ue apre nuova procedura di infrazione. “A rischio l’indipendenza dei giudici polacchi”

(Bruxelles) La Commissione europea ha spedito a Varsavia una lettera con avviso formale alla Polonia in merito al nuovo regime disciplinare per i giudici. Si apre così una procedura di infrazione perché “il nuovo regime disciplinare mina l’indipendenza giudiziaria dei giudici polacchi, non offrendo garanzie necessarie per proteggerli dal controllo politico, come richiesto dalla Corte di giustizia dell’Unione europea”, spiega una nota della Commissione. Bruxelles segnala diversi elementi preoccupanti nella legge polacca che, ad esempio, “consente di sottoporre i giudici ordinari a indagini disciplinari, procedure e sanzioni, per il contenuto delle loro decisioni giudiziarie” (ivi compresa la decisione di sottoporre questioni alla Corte di giustizia), o ancora il fatto che la “Camera disciplinare della Corte suprema” sia composta esclusivamente da giudici selezionati dal Consiglio nazionale per la magistratura i cui membri giudici sono nominati dal parlamento polacco (Sejm)”. Il governo polacco ha ora 2 mesi per rispondere alla lettera di avviso formale della Commissione.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa