Papa Francesco: udienza, viaggio in Marocco “un altro passo sulla strada del dialogo e dell’incontro con i fratelli e le sorelle musulmani”

foto SIR/Marco Calvarese

“Un altro passo sulla strada del dialogo e dell’incontro con i fratelli e le sorelle musulmani, per essere – come diceva il motto del Viaggio – ‘Servitore di speranza’ nel mondo di oggi”. Così il Papa ha definito il suo recente viaggio in Marocco, di cui nella catechesi dell’udienza di oggi, pronunciata davanti a 12.500 persone, ha ripercorso le tappe. “Sabato e domenica scorsi ho compiuto un viaggio apostolico in Marocco, invitato da Sua Maestà il Re Mohammed VI”, ha esordito Francesco: “A lui e alle altre autorità marocchine rinnovo la mia gratitudine per la calorosa accoglienza e per tutta la collaborazione”. “Specialmente il re”, ha aggiunto a braccio il Papa: “È stato tanto fraterno, tanto amico, tanto vicino”.
“Il mio pellegrinaggio – ha ricordato Francesco – ha seguito le orme di due Santi: Francesco d’Assisi e Giovanni Paolo II. 800 anni fa Francesco portò il messaggio di pace e di fraternità al Sultano al-Malik al-Kamil; nel 1985 Papa Wojtyła compì la sua memorabile visita in Marocco, dopo aver ricevuto in Vaticano – primo tra i Capi di Stato musulmani – il Re Hassan II”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa