Vaccini: Katainen (Commissione Ue), “sono misure di sanità pubblica efficaci. Prevengono malattie, salvano vite umane”

Jyrki Katainen

(Bruxelles) “Ad oggi i vaccini costituiscono una delle misure di sanità pubblica più efficaci. Non solo prevengono malattie e salvano vite, ma riducono anche i costi connessi all’assistenza sanitaria. Negli ultimi due secoli l’efficacia dei vaccini è stata costantemente dimostrata, e questo è un fatto, non un’opinione”. Jyrki Katainen, vicepresidente della Commissione Ue, rilascia oggi una dichiarazione sulla Settimana europea dell’immunizzazione (European Immunization Week, promossa dall’Organizzazione mondiale della sanità per sensibilizzare sull’importanza delle vaccinazioni) dal titolo – emblematico – “Vaccini: diciamo no alla disinformazione!”. “Purtroppo, chi come me legge i giornali si sarà sicuramente imbattuto in titoli preoccupanti relativi all’aumento, negli ultimi anni, di focolai di malattie prevenibili con la vaccinazione, che hanno avuto gravi conseguenze per la salute e talvolta hanno causato morti che si sarebbero potute evitare. Quest’anno l’Organizzazione mondiale della sanità ha inserito la disinformazione sui vaccini tra le 10 principali minacce per la salute pubblica. Significa forse che la fiducia nella scienza sta venendo meno?”. Dalla prima indagine Eurobarometro sugli atteggiamenti nei confronti dei vaccini, pubblicata oggi a Bruxelles, emerge che l’85% dei cittadini dell’Ue ritiene che la vaccinazione sia un modo efficace per prevenire malattie infettive e proteggere se stessi e gli altri.
“L’immunità di gruppo – commenta il commissario europeo – è fondamentale, soprattutto per le persone che hanno un sistema immunitario debole e non possono essere vaccinate. I bambini che sono sopravvissuti al cancro, ad esempio, non dovrebbero essere esposti a rischi perché i loro coetanei non sono vaccinati”. Dall’indagine Eurobarometro emerge inoltre che circa la metà dei cittadini dell’Ue è stata vaccinata negli ultimi cinque anni e che un’ampia maggioranza (79%) consulta con fiducia un operatore sanitario per ricevere informazioni sulle vaccinazioni. “Questi ultimi dati confermano – secondo Katainen – che l’iniziativa della Commissione e la coalizione di operatori sanitari (Coalition of Healthcare Workers) sono un passo avanti nella direzione giusta verso una sensibilizzazione efficace. Si è trattato solo del primo risultato della raccomandazione del Consiglio adottata recentemente relativa al rafforzamento della cooperazione nella lotta contro le malattie prevenibili con la vaccinazione, cui ne seguiranno altri”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori