Diocesi: Perugia, domani il card. Bassetti accoglierà Ernesto Olivero alla Giornata di formazione volontari e operatori Caritas

Sarà il cardinale Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugia – Città della Pieve e presidente della Cei, ad accogliere domani mattina, presso il Centro Mater Gratiae in Montemorcino di Perugia, Ernesto Olivero (ore 9). Il fondatore del Sermig-Arsenale della Pace di Torino  interverrà alla Giornata diocesana di formazione promossa dalla Caritas perugina per volontari ed operatori impegnati in strutture e servizi di accoglienza e nelle parrocchie. Invitati a partecipare anche i diaconi permanenti e gli aspiranti diaconi. All’incontro interverrà padre Giulio Michelini (Ofm), preside dell’Istituto Teologico di Assisi (Ita), che da anni anima diversi momenti formativi promossi dalla Caritas diocesana. Per il grande lavoro svolto nel trasformare l’ex Arsenale militare di Torino in luogo di pace e di fraternità a favore degli “ultimi” della società. Olivero, incoraggiato in quest’opera da Giorgio La Pira, è stato definito “imprenditore del bene”. Nato nel 1940 a Mercato San Severino (Salerno), Olivero, sposato, con tre figli e sette nipoti, nel 1964 fonda a Torino il Sermig, Servizio missionario giovani, insieme alla moglie Maria e ad un gruppo di giovani decisi a sconfiggere la fame con opere di giustizia, a promuovere sviluppo, a vivere la solidarietà verso i più poveri. Negli anni ’80 all’interno del Sermig nasce la Fraternità della Speranza, che conta attualmente un centinaio di aderenti: giovani, coppie di sposi e famiglie, monaci e monache che si dedicano a tempo pieno al servizio dei poveri e alla formazione dei giovani. Nel 1983 viene assegnato al Sermig in comodato dal Comune di Torino l’ex Arsenale militare di Piazza Borgo Dora, che Olivero trasforma con l’aiuto gratuito di migliaia di volontari di ogni parte d’Italia. L’11 aprile 1984 è il presidente della Repubblica Sandro Pertini ad inaugurare l’Arsenale della Pace, “laboratorio” di convivenza, dialogo,  formazione dei giovani, accoglienza dei più disagiati, un “monastero metropolitano” con la porta aperta 24 ore su 24 dove trovano rifugio uomini e donne che cercano un aiuto per cambiare vita. Un’opera “esportata” anche in America Latina, Africa e Medio Oriente. Olivero verrà a parlare ai volontari ed operatori Caritas di Perugia-Città della Pieve impegnati nei Centri di ascolto diocesano e parrocchiali, agli Empori della solidarietà e nel “Villaggio della Carità-Sorella Provvidenza” di Perugia.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori