Attentati Sri Lanka: Fattori (missionaria Apg23), “la vita condivisa con gli ultimi favorisce il dialogo tra le religioni”

“Nella nostra piccola esperienza in Sri Lanka il pilastro che favorisce il dialogo tra le religioni è la vita di condivisione diretta con gli ultimi, di qualsiasi razza e credo”. Lo racconta, in un’intervista al Sir, Giovanna Fattori, consacrata della Comunità Papa Giovanni XXIII, in missione a Ratnapura, a cento chilometri dalla capitale Colombo, dove la domenica di Pasqua diversi attentati terroristici in chiese e hotel hanno ucciso 253 persone. “Facendo famiglia tutti assieme si cresce nelle relazioni, semplici, spontanee, che smontano i pregiudizi e fanno apprezzare l’altro nella sua ricchezza e bellezza, pur nella sua diversità di razza e religione. Per noi – spiega la missionaria – è stata una carta vincente perché la relazione che si viene a creare supera tutte le barriere sociali e di lingua, quelle che potrebbero diventare ostacoli tra persone di etnie e religioni diverse. Questo è un bel cammino che promuove l’incontro tra varie religioni ed etnie senza cercare punti di comunione, perché la relazione vera nasce dalla vita assieme e dall’accettare l’altro così com’è”.
Tra i problemi affrontati nella missione “la realtà della disabilità che non viene accettata e viene vissuta come effetto di qualche sbaglio fatto nel passato, secondo la cultura buddista nelle vite precedenti, che richiede uno scotto da pagare. È difficile incidere su questa mentalità che ostacola l’integrazione dei disabili nel contesto sociale”. A livello scolastico “la disabilità trova risposta in una forma di segregazione, ci sono classi speciali. Spesso questi bambini disabili crescono in famiglia senza stimoli; anzi, la disabilità può aumentare di entità se non è curata e accompagnata da terapie. Quando le famiglie cercano aiuto, noi cerchiamo di darlo accogliendo i figli nel centro diurno e dando loro uno spazio di vita e di condivisione”, conclude Fattori.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori