Raitre: dal 5 maggio in onda “L’ora di legalità” sul “contrasto a mafie e corruzione”

Andrà in onda su Raitre da domenica 5 maggio, alle 23.45, “L’ora di legalità”, un programma di Loris Mazzetti. La prima puntata, dal titolo “Legalità e Antifascismo”, si apre con il Capo dello Stato Sergio Mattarella che da Monchio ricorda che il 18 marzo 1944 in questo borgo modenese è avvenuta la prima strage nazifascista delle SS. Ne parlerà Liliana Segre, senatrice a vita e attiva testimone della Shoah italiana, con i video di Primo Levi e Enzo Biagi. “Il programma – spiega Mazzetti – nasce con l’intento di raccontare la legalità che si evidenzia nell’impegno per la costruzione di pratiche di contrasto civile alla corruzione e alle mafie, nella convinzione che mantenere un faro acceso sul fenomeno criminoso, sul rispetto dell’essere umano in generale, diffondendone la conoscenza, sia la via maestra per il cambiamento”. La trasmissione declinerà la legalità in ogni suo aspetto. In ogni puntata sarà presentata un’intervista a un personaggio che ne è simbolo. Le “Parole della Legalità” che introducono ciascun appuntamento sono affidate agli studenti del corso di “Mafie e antimafia” dell’Università di Bologna in un dialogo all’interno di un’aula del Dipartimento di Scienze Giuridiche. Il dialogo sarà accompagnato da immagini di repertorio che riguarderanno luoghi di Memoria: Capaci, la Stazione di Bologna, Marzabotto, via D’Amelio, le Fosse Ardeatine, Locri o Riace in Calabria, Binario 21 della Stazione Centrale di Milano dove partivano i convogli per i campi di sterminio, oggi museo della Shoah.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo