Pasqua: mons. Reali (Porto-Santa Rufina), “un Padre e un Figlio scelgono di soffrire assieme perché gli altri figli vivano il giorno senza tramonto”

“La risurrezione di Gesù Cristo è la ragione della nostra fede”: lo scrive il vescovo di Porto-Santa Rufina, mons. Gino Reali, in un messaggio augurale per la Pasqua 2019. “È un amore sempre nuovo che ci meraviglia, ci sorprende, ci inquieta. È il mistero di un Padre e di un Figlio che scelgono di soffrire assieme, di morire, perché gli altri figli, noi e tutta la creazione, possano vivere il giorno senza tramonto”, sottolinea il vescovo di Porto-Santa Rufina. E prosegue con una serie di imperativi per i fedeli di oggi: “Festeggiamo, togliamo il lievito vecchio per essere pasta nuova. Immischiamoci con gli altri, non abbiamo paura perché il Signore è con noi, per sempre e dovunque”. L’invito si allarga poi a un’attenzione verso chi è nel bisogno: “Fermiamoci accanto ai più fragili, e raccontiamo con parole e opere come siamo davvero figli dell’unico Padre”. “Cristo, nostra Pasqua, accompagni tutte le nostre famiglie e il mio augurio con la pace e la serenità del giorno in cui la luce ha vinto per sempre le tenebre”, conclude.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo