Migranti: mons. Russo (Cei), “vittime di una strumentalizzazione che alimenta il clima di divisone”

“Oggi purtroppo si parla troppo e a sproposito di migranti, se ne parla soprattutto come di un emergenza e quotidianamente diventano vittima soprattutto di una strumentalizzazione che di fatto alimenta il clima di divisone fra le genti”. Lo ha detto mons. Stefano Russo, segretario generale della Cei, intervenendo al convegno dei direttori Migrantes sul tema “Tessitori di comunità. Colori diversi per un’unica tenda” in corso a Seveso (Mb) ed esprimendo “vicinanza e sostegno a quanto fate ordinariamente nel prezioso servizio che vi vede impegnati nel segno di una Chiesa che vive una straordinaria esperienza di frontiera e di incontro”. “Il clima che si è venuto a determinare fa si che alla parola ‘migranti’ siano collegate subito le barche, piene di persone disperate che attraversano il Mediterraneo in cerca di una terra migliore dove approdare. Chi come voi si occupa di migranti sa bene che questa è solo una parte di questa realtà”, ha aggiunto mons. Russo: “Il vostro non è un impegno ‘occasionale’ ma è nel segno di una Chiesa che si fa prossima all’uomo e alla donna del proprio tempo”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo