Attentati Sri Lanka: Patriarchi e Capi delle Chiese di Gerusalemme, “ferma condanna e solidarietà”

Ferma condanna per gli attentati terroristici in Sri Lanka è stata espressa in una nota, diffusa nella serata di ieri, dai Patriarchi e Capi delle Chiese di Gerusalemme. “Siamo profondamente rattristati per gli orribili atti di violenza che hanno colpito persone innocenti e credenti durante le funzioni della domenica di Pasqua – si legge nella nota -. Le Chiese di Gerusalemme esprimono le loro più sentite condoglianze alle comunità, alle famiglie e agli amici di coloro che hanno perso la vita o sono stati feriti da questi atti malvagi. Siamo solidali con tutta la popolazione dello Sri Lanka, in particolare con coloro che sono stati coinvolti in prima persona in questi attentati terroristici. Possa il Signore risorto portare la Sua pace, la Sua consolazione e la sua speranza al popolo dello Sri Lanka e porre fine alla violenza e allo spargimento di sangue in tutto il mondo”. Il comunicato porta la firma, tra gli altri, del Patriarca Teofilo III, Patriarcato greco-ortodosso, di mons. Pierbattista Pizzaballa, Amministratore Apostolico, Patriarcato Latino, del Custode di Terra Santa, padre Francesco Patton.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo