Attentati Sri Lanka: mons. Russo (Cei), “la comunità cristiana oggetto di persecuzione”

“Uno degli impegni che da sempre contraddistingue l’azione di Migrantes e che vede impegnati molti di voi è legato alla cura degli oltre 5 milioni e mezzo di italiani all’estero e dell’oltre un milione e mezzo di cattolici provenienti da diversi paesi oggi presenti in Italia”. Così mons. Stefano Russo, segretario generale della Cei, aprendo il convegno dei direttori Migrantes sul tema “Tessitori di comunità. Colori diversi per un’unica tenda” a Seveso (Mb). “Una cura che è nel segno di un’appartenenza ad una comunità che partecipa alla pacificazione dei popoli”. Il segretario generale ha quindi citato “le scene tremende che ci arrivano in questi giorni dallo Sri Lanka dove principalmente la comunità cristiana è stata oggetto di persecuzione: secondo i dati forniti dall’organizzazione Open doors, dall’inizio di quest’anno sono migliaia i “martiri” cristiani, parliamo di una media di 11 morti al giorno”. Infine, mons. Russo ha ribadito la “necessità di ampliare la rete sia a livello di referenti sul territorio che di persone direttamente impegnate sul campo”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo