Pasqua: mons. Castellucci (Modena-Nonantola), “avere il coraggio di gettare il ponte della condivisione”

“Il sepolcro più difficile da aprire è il nostro cuore, spesso ostruito dalla pesante pietra dell’egoismo”. Ne è convinto mons. Erio Castellucci, vescovo di Modena-Nonantola, che nel suo Messaggio per la Pasqua sottolinea che “come i discepoli di Gesù, molti cercano di fuggire i sepolcri, volgendo lo sguardo altrove: sofferenze, ingiustizie, povertà, violenze, soprusi, malattie”. “La visita alle ferite umane – osserva – non fa parte degli itinerari turistici classici”. Tuttavia, “altri hanno il coraggio di visitare le fragilità e le sofferenze dei fratelli, come fanno le discepole di Gesù, per spandere l’unguento dell’amore e della giustizia”. Così, spiega, “lampi di vita percorrono spesso le nostre case, gli uffici, le fabbriche e le scuole, i luoghi di lavoro e di svago, di cura e di incontro”. “Le pietre – aggiunge – rotolano via dal cuore, quando arriva l’energia dell’amore, quando qualcuno ha il coraggio di gettare il ponte della condivisione”. Nel testo, il vescovo cita l’esempio di “una bimba di nove anni” che “ha avuto il coraggio di gettare questo ponte, visitando la sofferenza di un giovane e comunicandogli un lampo di vita”. “Non un giovane qualsiasi, ma – spiega – un cantante già famoso, al termine di una breve esecuzione, si è sentito dire da una sua piccola ammiratrice: ‘io so che tu soffri, per la morte di tuo padre’. E lui: ‘è vero’. La bimba ha ripreso: ‘anch’io soffro, perché qualche anno fa hanno ucciso e bruciato il mio fratellino’”. La piccola infatti “era stata sottratta a una famiglia, implicata nella rete della malavita, che per una vendetta mafiosa aveva patito questo orrendo crimine”. Quello della bimba, rimarca mons. Castellucci “è semplicemente il metodo di Gesù e delle sue discepole: visitare i sepolcri ‘da dentro’, per portare amore, comprensione e vita. Entrare nelle ferite umane, per condividerle e alleviarle”. È questo, conclude, “il miracolo della Pasqua”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori