Parlamento Ue: in agenda Brexit, dibattito sul futuro dell’Unione e preparazione vertice con la Cina

foto SIR/Marco Calvarese

(Bruxelles) Il “Recesso del Regno Unito dall’Unione europea” sarà il tema con cui si aprirà la breve sessione plenaria del Parlamento europeo, a Bruxelles domani, 3 aprile, che tornerà a occuparsi del Brexit alla luce dell’ennesimo rifiuto di Westminster dell’accordo proposto dal governo May. In emiciclo saranno pronunciate anche dichiarazioni del Consiglio e della Commissione europea. Subito dopo sarà il premier svedese Stefan Löfven a presentare la propria visione sul futuro dell’Europa. È il 19° confronto tra i capi di Stato o di governo dell’Ue e gli eurodeputati che avviene in Parlamento. Fra gli altri temi in agenda: le misure per conciliare lavoro e vita familiare, compresi dieci giorni lavorativi di congedo di paternità (discussione e votazione 4 aprile); una nuova legislazione sul mercato del gas europeo “per garantire che le stesse regole si applichino sia ai gasdotti all’interno dell’Ue sia a quelli che entrano nell’Ue da Paesi non Ue”; la riforma per la sicurezza delle infrastrutture stradali; una proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio sul prodotto pensionistico individuale paneuropeo e le relazioni commerciali Ue-Cina, in vista del 21° vertice Ue-Cina, che si terrà il 9 aprile. Le votazioni in fine mattinata il 4 aprile concluderanno i lavori della plenaria.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo