Brexit: Westminster domani ancora al voto per una estensione dell’articolo 50

(Londra) È l’ennesimo tentativo, da parte dei parlamentari di Westminster, di evitare il “no deal”, l’uscita senza accordo della Gran Bretagna dall’Unione europea il prossimo 12 aprile. La nuova legislazione, che verrà discussa domani e potrebbe essere approvata giovedì, prevede, infatti, che la premier Theresa May chieda alla Ue un’estensione dell’articolo 50. A promuovere la mozione, che ha il sostegno di parlamentari di tutti i partiti politici, è la deputata laburista Yvette Cooper. “Il Regno Unito si trova in una situazione molto pericolosa”, ha dichiarato la deputata alla Bbc, riecheggiando le parole del capo negoziatore della Ue Michel Barnier, che aveva detto che “un ‘no deal’ è più probabile ma può ancora essere evitato”. “Costruire un consenso su una via per il futuro è quello che il primo ministro dovrebbe fare”, ha aggiunto la Cooper. La proposta della deputata è sostenuta anche da Oliver Letwin, il parlamentare conservatore, responsabile del voto di ieri su quattro possibili soluzioni alla crisi del Brexit. Secondo i commentatori britannici è probabile un altro voto del parlamento sulle stesse opzioni già bocciate una prima volta. Anche se lunedì Westminster ha respinto l’idea di un’unione doganale, mancavano soltanto tre voti all’approvazione ed è possibile che questa soluzione, che apre al Regno Unito il libero movimento di merci dentro la Ue, trovi, questa volta, una maggioranza.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo