Via Crucis: quarta stazione, il “dramma di tante madri che soffrono per i loro figli” e sono vittime di “umiliazione, disprezzo, violenza, indifferenza”

“Abbi pietà delle tante, troppe mamme che hanno lasciato partire le loro giovani figlie verso l’Europa nella speranza di aiutare le loro famiglie in povertà estrema, mentre hanno trovato umiliazioni, disprezzo e a volte anche la morte”. E’ l’invocazione della quarta stazione, in cui Gesù incontra la Madre. “Come la giovane Tina, uccisa barbaramente sulla strada a soli vent’anni, lasciando una bimba di pochi mesi”, l’esempio citato dall’autrice delle meditazioni come emblema del “dramma di tante madri che soffrono per i loro figli che sono partiti verso altri Paesi nella speranza di trovare opportunità per un futuro migliore per loro e le loro famiglie, ma che, purtroppo, trovano umiliazione, disprezzo, violenza, indifferenza, solitudine e persino la morte. Dona loro forza e coraggio”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa