Pasqua: mons. Cacucci (Bari), “invochiamo il dono della pace per la Libia”

“Gesù risorto è il Re della Pace! Noi viviamo questa Pasqua, quest’anno, guardando all’evento che coinvolgerà” non solo “la nostra Chiesa locale in particolare, ma tutti i popoli del Mediterraneo nell’incontro che vivremo dal 19 al 23 febbraio 2020 qui a Bari”: esordisce così l’arcivescovo di Bari-Bitonto, mons. Francesco Cacucci, in un videomessaggio alla comunità diocesana in occasione della Pasqua. “All’ombra di San Nicola e della Madonna Odegitria”, spiega mons. Cacucci, si incontreranno il prossimo anno “i presidenti delle Conferenze episcopali dei popoli che si affacciano sul Mediterraneo: dall’Europa, all’Africa, al Medio Oriente; perché invocare la pace con la preghiera comporta anche una riflessione – per tener presente quell’espressione di Giorgio La Pira a proposito del Mediterraneo –, definito un ‘Lago di Tiberiade allargato’”. All’evento del prossimo febbraio, Cacucci invita a prepararsi “con la preghiera”. Infine, l’arcivescovo riserva la parte finale del vieomessaggio alla Libia: “Invochiamo dal Principe della Pace che i venti di guerra possano – soprattutto in Libia – essere superati”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa