Antisemitismo: Mattarella, “è un vero e proprio veleno per le nostre società”. “Occorre preservare la memoria, raccontare, spiegare e non dimenticare”

“Per le nostre società, l’antisemitismo è un vero e proprio veleno. Agisce come un virus estremamente pericoloso, in grado di infiltrarsi nel tessuto sociale delle democrazie. Un virus che malauguratamente, nonostante gli sforzi delle società europee, non è mai stato completamente debellato”. Lo afferma il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, nell’intervista a Richard Heuzé, pubblicata da Politique Internationale.
Per il Capo dello Stato, “la lotta contro l’oblio e la valorizzazione della memoria sono gli unici anticorpi in grado di sconfiggere le terribile malattia di antisemitismo”. “Occorre instancabilmente preservare la memoria, raccontare, spiegare e non dimenticare. Perché – spiega – questo virus, anche quando lo si crede sconfitto, rimane latente, come constatiamo ahimè in questo momento”. “Nel dicembre 2018 – ricorda Mattarella – abbiamo allestito al Quirinale una piccola esposizione per ricordare l’adozione delle leggi razziali da parte di Mussolini nel 1938. A ottant’anni di distanza il messaggio non ha perso nulla della sua attualità”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa