25 aprile: Cnca Lombardia, “dalla liberazione i valori per costituire comunità accoglienti”

“Il nostro futuro di Paese, di società, di organizzazioni che hanno a cuore la vita delle persone, la cura delle relazioni, la dignità del lavoro si fonda sui valori di umanità espressi dalla nostra carta costituzionale, frutto e spinta della lotta di liberazione che le nostre madri e i nostri padri hanno saputo regalarci”. Lo ribadisce oggi il presidente del Cnca Lombardia, Paolo Cattaneo, in vista delle celebrazioni del 25 aprile, “in un anno in cui la solidarietà, principio costituzionale, viene messa in discussione e svilita”. Il Cnca Lombardia, Coordinamento lombardo comunità di accoglienza, ribadisce l’impegno delle 37 organizzazioni aderenti, dei 2 mila soci e dei 1.800 lavoratori nel portare a compimento la propria missione di solidarietà verso gli oltre 120mila cittadini lombardi ai quali rivolge i propri servizi attraverso 450 strutture sul territorio. La lotta per la liberazione dell’Italia, prosegue Cattaneo, è “un dono che teniamo caro e che trasmettiamo alle nuove generazioni, attraverso la testimonianza diretta e attraverso la raccolta delle mille storie di resistenza, che ci giungano dall’Africa come da Rogoredo, da Roma come da Calolziocorte, da un bimbo accolto in comunità come da un giovane impegnato in una startup”. Questo invito a tutti i cittadini, conclude, diviene anche “monito alle istituzioni nelle sue diverse forme”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori