Tavolata senza muri: Volpe (Masci), “siamo scout, nel nostro Dna abbiamo la fraternità internazionale”

“Siamo scout, nel nostro Dna abbiamo la fraternità internazionale”. Lo ha ricordato Anna Volpe, segretaria internazionale del Masci, movimento adulti scout cattolici, uno dei promotori della Tavolata italiana senza muri, presentata oggi in Campidoglio. La rappresentante degli scout ha parlato anche dell’impegno assunto per cambiare le regole sull’immigrazione. “Per due anni – ha detto – abbiamo raccolto le firme per una petizione per la modifica delle norme che giace però in Parlamento. Abbiamo portato l’ipotesi di lavoro alla conferenza mondiale scout dove c’è stata una grande partecipazione. L’appello si sta diffondendo e stiamo costruendo il cammino. Fra l’8 e il 10 ottobre, lo presenteremo a Bruxelles. L’appello chiede la revisione di ciò che accade. I mezzi di comunicazione parlano di muri ma non di quello che si cerca di fare. Nelle occasioni in cui abbiamo presentato l’appello abbiamo trovato una Europa interessata. Ci sono persone che la pensano come noi e non sono poche”. Fra le 27 organizzazioni partecipanti alla Tavolata di Roma, ha preso la parola il rappresentante della Unione delle comunità islamiche italiane che ha sottolineato come l’evento coinciderà con la fine del Ramadan, “una coincidenza che aiuta a distruggere i muri”. Per i comuni, infine, che vogliono ospitare una Tavolata è possibile ancora candidarsi sul sito www.tavolataitalianasenzamuri.it. Sul sito verrà poi pubblicata la mappa di tutti gli eventi.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa