Parlamento Ue: approvata normativa per il rafforzamento di Frontex. Corpo permanente avrà di 10mila unità

(Strasburgo) Sarà istituito un nuovo corpo permanente per sostenere i Paesi Ue nel controllo delle frontiere e nei rimpatri, nonché nella lotta alla criminalità transfrontaliera. Saranno operative 5.000 persone nel 2021, e l’obiettivo delle 10mila unità, tra guardie di frontiera e guardie costiere, sarà raggiunto entro il 2027. Il via libera alla decisione è arrivata oggi dal Parlamento europeo che a Strasburgo ha approvato in via definitiva la normativa che rafforza Frontex “per garantire una migliore protezione delle frontiere esterne Ue”. L’obiettivo è “risolvere le attuali carenze e a rispondere con più efficacia alle esigenze di sicurezza e gestione della migrazione” spiega una nota del Parlamento. In particolare, l’agenzia sarà così “in grado di sostenere le procedure di rimpatrio negli Stati membri, individuando i cittadini di Paesi terzi che soggiornano irregolarmente nell’Ue e aiutando le autorità nazionali ad ottenerne i documenti di viaggio”. Sarà anche rafforzata la “cooperazione con i Paesi terzi”, aprendo così la strada per nuovi accordi che andranno oltre i Paesi limitrofi dell’Ue. “Il nostro principio guida è stato quello di essere giusti con coloro che hanno bisogno di protezione, fermi con coloro che non sono ammissibili e duri con coloro che cercano di sfruttare le persone più vulnerabili del pianeta”, ha commentato Roberta Metsola, relatrice dell’iniziativa legislativa. “I cittadini ce lo hanno chiesto e noi lo abbiamo fatto – in tempo record”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa