Papa Francesco: udienza, “il Padre ci perdona, ma ci dà il coraggio di poter perdonare”

foto SIR/Marco Calvarese

“Padre perdonali, perché non sanno quello che fanno”. È la preghiera di Gesù “per noi”, nel giardino del Getsemani, citata dal Papa al termine della catechesi dell’udienza di oggi. “Gesù prega per chi è stato malvagio con lui, per i suoi uccisori”, ha commentato Francesco: “Il Vangelo specifica che questa preghiera avviene nel momento della crocifissione. Era probabilmente il momento del dolore più acuto, quando a Gesù venivano conficcati i chiodi nei polsi e nei piedi. Qui, al vertice del dolore, giunge al culmine l’amore: arriva il perdono, cioè il dono all’ennesima potenza, che spezza il circolo del male”. “Pregando in questi giorni il Padre nostro – la proposta del Papa in preparazione alla Pasqua – possiamo chiedere una di queste grazie: di vivere le nostre giornate per la gloria di Dio, cioè con amore; di saperci affidare al Padre nelle prove, e dire ‘papà’ al Padre; di trovare nell’incontro col Padre il perdono e il coraggio di perdonare”. “Ambedue vanno insieme: il Padre ci perdona, ma ci dà il coraggio di poter perdonare”, ha concluso Francesco a braccio.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa