Diocesi: mons. Parmeggiani (Tivoli-Palestrina) ai cittadini prenestini, “lavoriamo insieme per bene comune, mondo più giusto, difesa vita”

“Lavoriamo insieme per il bene comune, per un mondo più giusto, per difendere la vita”. Questa l’esortazione conclusiva di mons. Mauro Parmeggiani, vescovo di Tivoli e di Palestrina, nel saluto alle autorità civili e militari e al popolo prenestini, pronunciato questa sera prendendo possesso canonico della diocesi di Palestrina, che lo scorso 19 febbraio è stata unita in persona Episcopi a quella di Tivoli. Sul sagrato della cattedrale di S.Agapito, Parmeggiani ha richiamato i problemi del territorio e del Paese e ha detto: “Da soli non riusciamo più a fronteggiare il nuovo che avanza”, che “un tempo salutavamo con speranza” ma oggi “guardiamo con preoccupazione in un mondo dove i ricchi diventano sempre più ricchi e i poveri sempre più poveri, ove prevale la cultura dello scarto, il non rispetto del creato”, e le nuove scoperte dell’uomo “mettono a rischio la vita, la dignità della persona”. Di qui l’esortazione: “Cari concittadini – permettetemi di sentirmi da oggi, a pieno titolo uno di voi – lavoriamo insieme per il bene comune! La Chiesa ha ancora da dire qualcosa di significativo alla società! Anzi, più che dire, deve e vuole mettersi in gioco per la salvezza dell’uomo, di tutto l’uomo e di ogni uomo”. Quindi un pensiero ai giovani, richiamando anche il giovane martire Agapito, patrono di Palestrina. “Mi pare di scorgere qualche segnale di speranza proprio tra loro”, le parole del presule con riferimento alla sedicenne svedese Greta Thunberg, al quindicenne di Torre Maura “che nei giorni scorsi, con pacatezza, ha invitato a non prendersela con le minoranze”, a  Nicolò “che si è offerto in cambio dei propri compagni, sul bus pieno di scolari nei pressi di Crema, preso in ostaggio da uno squilibrato”, a Ramy “che ha avvertito le forze dell’ordine”. “A questi giovani dobbiamo dare spazio, renderli protagonisti del nostro presente e del nostro futuro!”.  “Lavoriamo insieme! – ha concluso Parmeggiani – Sì, lavoriamo insieme per un mondo più buono e tollerante, meno corrotto, più giusto e rispettoso dell’uomo. Lavoriamo insieme per difendere e promuovere la vita!”.

 

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa