Sir: principali notizie dall’Italia e dal mondo. Notre Dame, la conta dei danni e la promessa di Macron. Sarraj, “800mila persone dalla Libia pronte a invadere l’Italia e l’Europa”

Notre Dame. La conta dei danni e la promessa di Macron: “La ricostruiremo insieme”

Notre-Dame, cattedrale di Parigi, capolavoro gotico e patrimonio dell’umanità, è stata divorata da un maxi incendio, ma la sua struttura, la facciata e i tesori che custodisce sono stati salvati. La sua guglia, uno dei simboli della capitale francese, è crollata dopo essere stata preda per più di un’ora delle fiamme. L’incendio è spento, ma la stabilità della cattedrale e la profondità strutturale del danno sono ancora incerti e per questo è stata convocata alle 8 una riunione di esperti. “Sul posto – ha detto Nunez – sono ancora al lavoro un centinaio di vigili del fuoco con otto mezzi antincendio”. La causa dell’incendio rimane sconosciuta. La Procura di Parigi ha fatto sapere di aver aperto – sull’incendio della cattedrale di Notre-Dame – un’inchiesta per “danneggiamento colposo tramite incendio”. Il rettore Chauvet ha assicurato che reliquie preziose come “la corona di spine” di Cristo – stando alla tradizione – è intatta, ma che due terzi del tetto sono stati distrutti. Il presidente Emmanuel Macron, è stato tra i primi a recarsi ieri sul posto. “La ricostruiremo tutti insieme”, ha detto lanciando una campagna di finanziamento nazionale e internazionale.

Notre Dame. Papa in preghiera, vicino alla Francia

Il Papa è vicino alla Francia, prega per i cattolici francesi e per la popolazione parigina sotto lo shock del terribile incendio che ha devastato la cattedrale di Notre-Dame. Assicura le sue preghiere per tutti coloro che cercano di far fronte a questa drammatica situazione”: così in un tweet, stamattina, il direttore della Sala Stampa vaticana Alessandro Gisotti.

Migranti. Salvini, Conte, Di Maio e Toninelli indagati. Il ministro dell’Interno: “Per me i porti rimarranno chiusi”

Il ministro dell’Interno Matteo Salvini è stato nuovamente iscritto nel registro degli indagati per il reato di “sequestro di persona commesso in Siracusa dal 24 al 30 gennaio 2019”. Lo ha detto lo stesso Salvini a Monza. Nell’inchiesta aperta dalla Procura di Catania sui presunti ritardi nello sbarco della Sea Watch nel capoluogo etneo oltre al ministro sono indagati anche il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, il vice premier Luigi Di Maio e il ministro Danilo Toninelli. “Ne approfitto per rispondere a qualche ministro: per me i porti rimarranno chiusi”, ha detto Matteo Salvini.

Libia. Sarraj, “Fate presto. 800mila migranti e libici pronti a invadere l’Italia e l’Europa”

Almeno 147 morti e 614 feriti. E’ il nuovo bilancio diffuso dall’Organizzazione mondiale della sanità sulla situazione in Libia a partire dall’inizio dell’offensiva di Khalifa Haftar contro Tripoli lanciata il 4 aprile scorso. Gli scontri hanno prodotto almeno 18mila sfollati, secondo le stime dell’Onu. “Il suo è un colpo di Stato non una operazione anti-terrorismo’, dice l’inviato speciale Onu in Libia Ghassan Salamè. Mentre il premier libico riconosciuto dalla comunità internazionale, Fayez al-Sarraj lancia un allarme: “Fate presto”, il peggioramento della situazione in Libia potrebbe spingere “800mila migranti e libici a invadere l’Italia e l’Europa”. E in questo enorme numero di migranti ci sono anche criminali e soprattutto jihadisti legati a Isis.  “Ringrazio l’Italia per aver tenuto aperta l’ambasciata, per mantenere in funzione l’ospedale da campo a Misurata, per il supporto politico che il governo Conte ci sta offrendo”, ha aggiunto.

Reddito di cittadinanza. Sì a prime 487mila domande, respinte 177mila. Ne saranno accolte il 75%

Le richieste per ottenere il reddito di cittadinanza sono oltre 806mila per nucleo familiare, pervenute all’Inps attraverso i modelli presentati in Poste, Caf e online entro il 31 marzo. Su 680.965 istanze già esaminate ne sono state accolte 487.667 e respinte 177.422. L’Istituto di previdenza stima che sarà accolto il 75% delle domande. Da martedì inizierà i beneficiari del sussidio saranno avvisati tramite sms o messaggio di posta elettronica.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa