Dire: i titoli e il tg politico

(DIRE-SIR) – Ecco i titoli e il tg politico della Dire. Anche su www.dire.it e www.agensir.it.

Caos in Libia, è scontro tra Salvini e ‘Mare Jonio’
Il caos in Libia riaccende lo scontro tra il Viminale e ‘Mare Jonio’. Matteo Salvini avverte la Ong che non tollererà violazioni della normativa. In una direttiva ad hoc Salvini ricorda che le strategie criminali dei trafficanti di migranti sfruttano l’attività in mare svolta da imbarcazioni private. Ciò può determinare rischi di ingresso sul territorio nazionale di soggetti coinvolti in attività terroristiche. Durissima la replica di Mediterranea, la piattaforma di Mare Jonio: “Diffidiamo il ministro dell’Interno da comportamenti che violino le leggi nazionali ed internazionali in materia di rispetto dei diritti umani e di obbligo di salvataggio in mare”.

Def, Bankitalia lancia l’allarme su spread e coperture
La Banca d’Italia lancia l’allarme sulle previsioni del Def. Se il quadro macroeconomico del governo è considerato “condivisibile” a preoccupare via Nazionale sono i “rischi rilevanti” che possono provenire da un peggioramento del contesto globale e dal peso dello spread che inciderà sulla crescita. Nel corso di una audizione in Senato sul Def, il capo economista di Bankitalia, Eugenio Gaiotti, ha spiegato che per raggiungere tutti gli obiettivi il governo dovrà reperire delle coperture ingenti.

Zingaretti: nuova europa, più sociale, più lavoro
Difende Ignazio Marino, asseconda un passo indietro di Catia Marini. Nicola Zingaretti si presenta alla stampa estera districandosi dai casi locali che interessano il Pd. “Ma ci siamo rimessi in piedi”, dice il segretario, consapevole della posta in gioco alle prossime europee. I nazionalisti fanno leva sulle paure, dice, e propongono una deriva molto pericolosa. Il Pd si batterà con tutte le forze per una nuova Europa, più attenta al lavoro e al sociale. A cominciare dalla indennità europea di disoccupazione. “Su questo – avverte il segretario dem – faremo valere la clausola dell’unanimità”.

Profumo di pesto alla Camera e arrivano Conte e Salvini
La Camera si colora di verde. Il pesto ligure mette tutti d’accordo. La Regione e il Comune di Genova presentano a Montecitorio la salsa verde per la quale chiedono il riconoscimento come patrimonio dell’Unesco. Dopo la conferenza stampa Giovanni Toti e Marco Bucci offrono una ricca degustazione di trofie e altri prodotti a deputati di tutti i gruppi: a sorpresa assaggiano la salsa verde anche il premier Giuseppe Conte e il vice Matteo Salvini.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa