Politica: Bergamo, dal 15 maggio torna il “Festival Fare la Pace”. Intellettuali a confronto sul “popolo sovrano”

“In nome del popolo sovrano. Inquietudini, sogni e realtà” è il tema della nuova edizione di “Bergamo Festival Fare la Pace” che si svolgerà dal 15 al 19 maggio. Il Festival propone ogni anno una riflessione ispirata alle questioni più attuali del dibattito civile. Filo conduttore dell’edizione 2019 è la definizione di “popolo sovrano”. “In un periodo storico caratterizzato da profondi cambiamenti del tessuto sociale della vita collettiva, la nozione di popolo si trasforma, sovranità popolare e democrazia diventano così espressioni e temi di dibattito imprescindibili”, si legge in una nota. In programma, incontri, lectio magistralis, proiezioni e concerti che animeranno la città di Bergamo: studiosi di fama internazionale, economisti, filosofi e giornalisti dialogheranno e si confronteranno con il pubblico su questioni di grande attualità per capire come sia possibile “costruire” la pace in una società sempre più complessa e contraddittoria. Interverranno Marc Lazar, celebre storico e sociologo francese, Daniel Innerarity, filosofo spagnolo annoverato da “La Nouvel Observateur” tra i 25 grandi pensatori del mondo, Jan-Werner Mueller, storico e politologo tedesco, Miguel Benasayag, filosofo e psicanalista argentino, Bernard Guetta, giornalista francese esperto di geopolitica e András Forgách, scrittore e drammaturgo ungherese. E ancora, Mauro Magatti, sociologo ed economista, Valerio Onida, uno dei più noti costituzionalisti italiani, Marco Cerruti, teologo, Gian Mario Villalta, poeta e scrittore, l’economista e politica Irene Tinagli, e la giornalista Liliana Faccioli Pintozzi.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa