Diocesi: Lamezia Terme, il vescovo Cantafora celebrerà la messa in Coena Domini alla casa famiglia “Dopo di noi” della Comunità Progetto Sud

Per il Giovedì Santo, il vescovo di Lamezia Terme, mons. Luigi Cantafora, celebrerà la messa in Coena Domini nella casa famiglia “Dopo di noi” della Comunità Progetto Sud. Il palazzo di via dei Bizantini, a Lamezia Terme, è un bene confiscato alla mafia, divenuto casa di accoglienza e di vita per alcune persone vulnerabili e più sole, per i minori stranieri non accompagnati della Comunità Luna Rossa e Sportello informativo per i diritti delle persone con disabilità.
Celebrare in questo luogo, alle 16 di giovedì 18 aprile, la messa che apre le solennità del Triduo Pasquale è “un segnale forte, voluto da mons. Luigi Cantafora, il quale – spiega una nota della diocesi – ha scelto di pregare per e con questa comunità fragile, che però ha anche saputo trovare nella fede, nella speranza e nella carità la forza del riscatto non solo per se stessa”.
“Un gesto assoluto di consegna, di umiltà e di servizio, quello di Gesù che nel lavare i piedi agli apostoli si fa servo amando ‘sino alla fine’, che si tramuta in azione sociale forte – conclude la nota – per chi, vivendo la fraternità, sceglie di ravvivarla quotidianamente nel proprio essere un dono, un luogo di persone e di servizio per gli altri”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa